Comunicazioni & News

Idrochinesiterapia: esercizi riabilitativi per i problemi articolari e muscolari di spalla, schiena, ginocchio, anca e caviglia.

La domanda che viene posta con più frequenza da chi ha subito un infortunio è quanto durerà il suo tempo di riabilitazione. La risposta, ovviamente, non può che essere che i tempi di recupero variano in base a una serie di fattori, tra cui il tipo e il grado di lesione subita, l'età del paziente e il suo stato di salute generale. A titolo puramente esemplificativo, è possibile affermare che le rotture del tendine di Achille prevedono un tempo che oscilla dai 4 ai 6 mesi, che per le fratture ossee ci vogliono dalle 3 alle 10 settimane, che per la tendinopatia della cuffia dei rotatori sono necessarie dalle 2 alle 12 settimane e così via.

La buona notizia è che studi scientifici oggettivi hanno indicato che gli esercizi idrokinesiterapia possono ridurre considerevolmente i tempi di riabilitazione previsti. 

Presso il Poliambulatorio della Casa di cura Fogliani puoi avere accesso a specifici programmi di esercizi idrokinesiterapia. Più nel dettaglio, ti proponiamo: 

  • Idrokinesiterapia spalla;

  • Idrokinesiterapia schiena;

  • Idrokinesiterapia ginocchio;

  • Idrokinesiterapia anca;

  • Idrokinesiterapia caviglia.

I nostri idrokinesiterapisti predisporranno per te il miglior programma di esercizi idrokinesiterapia da svolgere nella piscina per riabilitazione, aiutandoti nel tuo percorso di recupero in caso di infortuni o malattie. Immerso nell’acqua della piscina per fisioterapia, potrai godere di diversi vantaggi: innanzitutto, la galleggiabilità - riducendo gli effetti della forza di gravità - renderà più facile e meno doloroso ogni movimento, soprattutto quello della parte lesa; in secondo luogo, l’acqua - che è  600-700 volte più resistente dell'aria - consentirà il rafforzamento dei muscoli indeboliti; infine, la pressione uniforme dell'acqua -  insieme alla galleggiabilità - fornirà supporto al tuo corpo, permettendoti di aumentare il tempo di reazione senza il timore di cadere o ferirti. 

 

Esercizi idrokinesiterapia: alcuni esempi pratici di ciò che si svolge nella piscina riabilitativa.

Prima di vedere alcuni esempi pratici di esercizi idrokinesiterapia, riteniamo importante premettere che, poiché ogni persona è diversa dall’altra, i nostri idrokinesiterapisti sono preparati per andare incontro alle esigenze di ciascuna: in questo modo possono garantire che la sicurezza e la capacità dei pazienti non vengano compromesse da protocolli scomodi. Se, per esempio, sei a disagio all’idea di metterti in costume, nulla ti vieterà di indossare pantaloncini e una maglietta comoda per la tua terapia acquatica. Se, invece, hai una tremenda paura di cadere durante le sedute di idrokinesiterapia, possiamo garantirti che i nostri terapisti ti forniranno un senso di stabilità in ogni momento. Flessibilità, empatia e compassione sono le loro parole d’ordine, per fare in modo che i risultati fisiologici e psicologici dell’esperienza rimangano positivi.

Ciò detto, entriamo subito in medias res e vediamo alcuni esempi concreti di esercizi idrokinesiterapia.

In particolare, per quanto riguarda le lesioni alla spalla - artrite, problemi alla cuffia dei rotatori, sindrome da impingement - la riabilitazione spalla in acqua prevede che si compiano otto figure o cerchi con le braccia distese in acqua stando in piedi. Ancora, per promuovere una migliore gamma di movimento, sdraiati a faccia in giù sull'acqua - usando un dispositivo di galleggiamento - è possibile creare "angeli della neve". Infine, per ritrovare l'oscillazione naturale del braccio, è utile camminare sott'acqua o su un tapis roulant subacqueo. 

Se ti sei sottoposto all’intervento per la sostituzione totale del ginocchio - protesi - la riabilitazione ginocchio in acqua garantisce che il dispositivo funzioni correttamente e che tu possa tornare a un'andatura e a un equilibrio normali. La fisioterapia in acqua ginocchio prevede delicati squat mentre ti tieni sul bordo della piscina. Per riguadagnare movimento, è opportuno camminare sott'acqua o su un tapis roulant subacqueo. 

A seguito dell’approvazione dell'ortopedico, per una protesi di ginocchio - o in presenza di osteosintesi - l’idrochinesiterapia ginocchio può essere iniziata subito dopo la fase del kinetec.

In conclusione, proprio come ogni paziente è unico, così sarà la sua guarigione. Tuttavia per accelerare la guarigione, prendendo in considerazione il tipo di lesione che hai subito, nonché i trattamenti terapeutici prescritti dal tuo medico, i nostri professionisti possono creare un programma personalizzato di riabilitazione in acqua spalla, riabilitazione in acqua ginocchio, riabilitazione anca in acqua eccetera, che può avvenire giorni - ma perfino settimane - prima dell'inizio della terapia “terrestre”, o addirittura sostituirsi a essa.